archivio risultati 2003
Scorri in: Tutti > risultati > stagione 2003

Invernale a Snipe Bay 23/2/03
Data pubblicazione: 26/02/2003
immagine

ALTRO CHE HULA, IL SEGRETARIO MOSTRA DUE VOLTE IL "HULO" A TUTTI.
di Alessandro Testa

foto di Renzo Sorci

Sabato all'ora di pranzo, tempo splendido, arietta e notevole corrente da Nord-Ovest: grande allenamento alla presenza di Enrico Michel sceso a SnipeBay in veste di guru/medico. Con un gommone seguiamo sei equipaggi che provano fino a pomeriggio inoltrato. Speed-test, regatine, partenze, manovre e anche qualche match-race. Enrico salta a bordo di qualche barca per "iniettare" direttamente la sua scienza nella resina. Si provano anche nuovi tagli di vele di una nota veleria del Nord-Est.

Sabato sera solita cenetta, questa volta ad Ansedonia e a base di pesce. Per una volta tanto il cinghiale ha lasciato il posto alla spigola.

Domenica mattina con un tempo stupendo si scende in mare alle 11,00. Il Comitato di Regata, di cui faccio momentaneamente parte ancora in attesa del nuovo mezzo, si posiziona al centro del campo attendendo che il vento di Levante lasci il posto ad un leggero Ponente, che si stabilizza durante la prima bolina, e dà il via subito, a vento non ancora perfettamente steso, per guadagnare tempo ed evitare un nuovo annullamento come nell' ultimo week-end di regata. Ho chiesto a Pietro Fantoni di aiutarmi a scrivere due righe sulle regate. Questo il resoconto scritto a quattro mani.
"Ia regata: tutti partono in barca tranne io e Ciufo. Lungo bordo mure a dritta verso il vento che arriva (leggero ed incostante) prima verso chi è partito a destra in barca. Prima bolina: Longhi con distacco, poi De Paoli, Fornari, quarto Berti e quinto io che arranco, sesto Savorani. Nella poppa le posizioni non cambiano. Nella seconda bolina arranco sempre di più e devo fare un po' di copertoni su Savorani che guadagna terreno (uso un fiocco più rotondo in entrata che, evidentemente ha bisogno di vento un po' più forte). All' arrivo primo Longhi seguito da uno velocissimo De Paoli -saranno state le iniezioni di Michel?- poi Berti, Fornari, Fantoni, Savorani, Ciufo.
IIa prova. Parto in boa al limite dell'OCS e viro mure a dritta subito mentre Fornari viene pescato dal contro starter fuori di poco e deve rifare la partenza. Il vento ruota leggermente a sinistra e dà qualche rinforzino. Nonostante il buono, perdo da Longhi che è a destra sottovento, da Berti e da De Paoli -che ha dimostrato di camminare più di tutti- tanto che devo virare mure a destra, ma anche lì ,mi rulla Ciufo da sottovento; devo rivirare. Sfruttando appieno qualche oscillazione del vento mi ritrovo sulla lay line di destra con Longhi e Berti ben avanti e con De Paoli dietro e sopravvento a me (nei rifiuti). Incredibile: mi passa orzando e camminando di più partendo da una posizione
impossibile (momento immortalato con video da Renzo Sorci della Olimpic). Finalmente in poppa mi posso scatenare: passo De Paoli sottovento e mi avvicino ai primi due. Nella bolina successiva il vento è un po' rinforzato e non perdo così tanto.
Stefano e Berti si controllano, mentre Perdisa spara il "cantone" a destra e Ciufo quello a sinistra. Ha ragione Perdisa che guadagna qualche posizione.Di poppa guadagno terreno, Longhi cerca di controllare la situazione al suo meglio ma deve badare anche a Berti. Nell'ultima bolina finalmente il vento è un po' aumentato ed il fiocco che uso inizia a lavorare come si deve. Siamo finalmente sulle raffiche in cinghia e questa volta si vede che Berti, che decide di non depotenziare la randa col vang, inizia a perdere. Visto il comodo distacco dagli inseguitori, De Paoli, Ciufo e Perdisa nell' ordine, decido di attaccare e Longhi cerca sempre di chiudere, qualche volta rischiando di perdere il controllo della situazione, sia su berti sia su di me. Io, compatibilmente con i copertoni che subisco da tutti e due, cerco di sfruttare i salti. Vince nuovamente Longhi, che ha dimostrato un' ottima velocità, grande senso pratico nel gestire la regata, non ha commesso errori ed ha mostrato delle bellissime vele nuove, seguito dal veloce Berti, che non riesce ad affondare l'attacco decisivo, da me, Perdisa, Ciufo e De Paoli."
Insomma il segretario, che ha concesso a pochi di vedere la sua prua, questa volta ha messo tutti in riga e con un terzo e due primi durante il suo soggiorno a Talamone ha dimostrato di avere tanta grinta e di essere già in palla per la ripresa delle regate ufficiali.
La classifica generale dopo 11 prove, considerando 2 scarti, è la seguente:
1. Berti - Fontana
2. Pantano - Montanari
3. Perdisa - Minardi
4. Testa - Addonisio
5. Fantoni - Polo
6. Savorani - Gabbrielli
7. Ciufo - Mazzacuva
8. Fornari - Sangiorgio
9. De Paoli - De Paoli
10. Faldella - Perdisa
seguono altri 11 concorrenti
Postscritto: "Farei una classifica dei prodieri. Mi pare che "Orti" Caselli sia senz'altro in testa: due primi con me; un terzo e due primi con Stefano Longhi. Se la cava bene anche Gigi Addonisio vincitore più volte sia con Ale, sia (in prestito) con me. Fontana è campione di fedeltà e regolarità. Hanno vinto anche Montanari (una bella prova tutta davanti) e Sabrina Polo (la mia prodiera "n.1"; mentre la mia prodiera "n.3", Sarah Barbarossa, probabilmente è rimasta delusa: sperava che la "striscia vincente" continuasse); bravissimi anche Fornaro, il "Ponto", Sangiorgio, Perdisa jr, Minardi, Gabrielli, Gabriella Mazzacuva e Anna De Paoli". p.f.

Stiamo acquisendo le candidature per le località che ospiteranno le nostre regate nazionali per la stagione 2013. Scrivere al Segretario nazionale 2012-2013 peloja@katamail.com
Foto della settimana
Ogni contributo è benaccetto. Spedire articoli, foto, classifiche o altro a phantomas@snipe.it